steeve cammina tra filari di olivi
micmac

Sei passi

Nelle nostre scorribande online ci siamo imbattuti in un convegno intitolato “EarthKeepers Summit”. Si è svolto tra il 20 e il 22 dicembre, a cavallo del solstizio d’inverno e dell’allineamento tra Terra, Saturno e Giove. Nelle tre giornate, ricche di contenuti, si sono succeduti gli interventi di molti esponenti di rilievo nel campo della scienza, delle tradizioni spirituali e dello sciamanesimo. Ne abbiamo scelto uno, in particolare, che desideriamo condividere per la sua semplicità e concretezza. Natalie Ledwell, la relatrice, ha esposto una scaletta di sei passi da compiere per “manifestare qualsiasi cosa” nella propria vita. Manifestare significa rendere reale, concreto, presente. Nei prossimi giorni la metteremo in pratica, approfittando anche della fine dell’anno, quando faremo un bilancio e immagineremo i piani per l’anno che verrà.

Sei passi per manifestare qualsiasi cosa.

1, Mettiti nell’”happy place”. Qualsiasi cosa sia ciò che vuoi manifestare, per prima cosa hai bisogno di sintonizzarti sulla sua stessa frequenza energetica. Se vuoi, per esempio, una profonda e appagante relazione di amore, hai bisogno di mantenere alta la tua frequenza energetica, per entrare nel flusso dell’amore. Coraggio, gioia, amore, altruismo, fiducia, gratitudine, ecc. sono tutte emozioni ad alta frequenza, per cui è importante fare qualcosa che ti porti in quel tipo di emozione. Per esempio, se vuoi entrare in uno stato di “gratitudine”, puoi praticare ogni giorno una specifica routine. Una tecnica potrebbe essere quella di respirare immaginando di farlo nel cuore, e visualizzare la luce che vi entra ed esce, e che si espande ad abbracciare ogni cosa di cui sentirti grato.

2, Stabilisci un’intenzione. Scrivi due frasi:

Succeda quel che succeda, io voglio XXXX “. Questa rappresenta COSA voglio.

Questo mi permette di XXX”. Questa, invece, rappresenta PERCHÉ lo voglio.

Ripeti la scrittura delle frasi per una settimana, poi appendile in un luogo ben visibile, per esempio lo specchio in bagno, o la porta di casa, affinché tu possa vederle ogni giorno.

Questo ti permette di fare chiarezza di ciò che vuoi e del perché lo vuoi, in modo da focalizzare la tua attenzione e la tua intenzione.

3, Scrivi affermazioni. Le affermazioni sono frasi che descrivono la realtà desiderata come se fosse già qui, manifesta. Sono descrizioni ricche di dettagli, scritte in forma positiva, in prima persona, e in tempo presente. Le affermazioni sono la sceneggiatura per la realtà desiderata, e descrivono:

COSA è che voglio, proprio ora;

COME si presenterà la vita quando ciò che voglio sarà manifestato;

COME sarà la vita delle persone a cui stai dando un servizio? COME sarà per te? Questo offre il PERCHÉ ci metti impegno per arrivarci;

AZIONE e cioè i passi concreti, le cose da incorporare nella tua giornata per arrivare alla realtà desiderata;

PENSIERI e cioè scrivi i pensieri che potrebbe avere la persona che desideri essere. Se vuoi essere ricco, per esempio, chiediti: come pensa una persona ricca? O come pensa una persona amorevole? Diventa consapevole dei pensieri limitanti, e scrivili. Poi, scegli i nuovi pensieri che ti piacciono di più.

Con la lista delle affermazioni, fai un video da rivedere, una registrazione da riascoltare o una lista da appendere e tenere sotto gli occhi.

4. Visualizzazione. Sentiti e visualizzati come se fossi già “lì”, presente ora nella situazione desiderata. Puoi fare la visualizzazione, come una specie di sogno a occhi aperti, molte volte al giorno, in ogni momento.

Puoi visualizzarti in molti modi, per esempio vedendoti come in un film, o in una foto che rappresenta un momento significativo, con tutte le percezioni sensoriali: ciò che ascolti, senti, odori, gusti, vedi. La ripetizione crea nuovi percorsi neuronali nel cervello, che fissano nuove credenze e nuovi pensieri. A loro volta, questi creano nuove azioni, nuovi comportamenti e per finire, la nuova realtà.

5. Azione. Passa in azione. Qualsiasi tipo di azione è quella giusta, perché smuove le situazioni e da quel movimento possono nascere nuove opportunità. L’importante a questo punto è muoversi e agire.

6. Lasciar andare. Dopo aver fatto i 5 passi precedenti, è ora che lasci andare ogni aspettativa, con la consapevolezza che ogni cosa accade nel modo e nel tempo giusto per te, per il tuo bene superiore. Lascia andare con fiducia, lascia che tutta la tensione si plachi, per lasciar lavorare forze che sono molto più grandi e potenti di qualsiasi tuo sforzo.

E, aggiungiamo noi, restiamo attenti ai cambiamenti nelle nostre vite. Spesso sono piccoli dettagli, che possono sfuggire a prima vista, importanti perché ogni grande risultato è fatto di innumerevoli piccoli elementi. Solo così potrai accorgerti e fortificarti nel cambiamento, e festeggiarti per il cammino che hai percorso.

One thought on “Sei passi

  1. Al punto 3, è possibile anche realizzare una vision board, cioè un grande foglio su cui disegnare o incollare foto che rappresentino la nuova realtà desiderata e descritta nelle affermazioni. La vision board va tenuta sotto gli occhi, in modo che il subcoscio la integri e poi inizi a muoversi verso quella direzione. Il subconscio è in grado di farci “selezionare” e incontrare opportunità, informazioni, persone e occasioni che ci portino nella nuova realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.