chi siamo

Chi siamo

Siamo Natascha e Francesco, due ultracinquantenni, che ad un certo punto si sono guardati negli occhi e soprattutto dentro, molto in profondità, e si sono detti: “Perché no? Non abbiamo più tempo infinito a disposizione (non l’avevamo neanche prima, ma chi pensava a queste cose, prima?), facciamolo ora”.

Detto, fatto. Abbiamo cercato e l’abbiamo trovato nell’Oberland Bernese: colui che non solo ci porta e porterà in giro per un anno, ma che ci funge anche da casa. Il nostro camper Rocco, un bestione tanto gentile quanto simpatico: un perfetto compagno di viaggio, un accompagnatore silente e devoto, il terzo protagonista di questa storia.

Siamo quindi in tre: due che non hanno mai avuto un camper in vita loro e Rocco, che da tempo non scorrazzava più allegramente per monti e valli. Abbiamo deciso di fare un viaggio di un anno, in un momento storico considerato da alcuni il meno opportuno e che a noi, invece, pare azzeccato. Abbiamo scelto di restare in Europa: da una parte perché ne facciamo parte (considerando che paradossalmente si conosce meglio ciò che è più lontano) e al contempo perché è lì, nel suo centro geografico – in Svizzera – che abbiamo lasciato i nostri affetti: amici, figli, genitori.

Racconti di Rocco è dunque la storia di noi tre, del nostro lento viaggio in camper in giro per l’Europa, alla ricerca di esperienze nuove e storie da raccontare. Grazie a Rocco, stiamo già intuendo che lento non è il contrario di vispo e dinamico, ma piuttosto sinonimo di consapevole! Questo viaggio si vuole dunque lento, vissuto e perché no? Anche spassoso e leggero. Saremo felici di interagire con chiunque voglia chiedere un’informazione o semplicemente lasciare un commento.

2 thoughts on “Chi siamo

  1. Ciao Kut noi ci conosciamo da molto tempo e pur nn conoscendo Nat, condivido la vostra avventura e lo spirito con cui l’ avete intrapresa, lo farei anche io se cifosi qualcuno al mio fianco. Un viaggio di questo genere porta dei regali preziosi in ogni senso, e le situazioni di necessità svegliano le persone per forza. Immergersi in nuovi paesaggi e incontrare nuovi volti sono un grande arricchimento, ed è così vero che la vita passa … mentre il confort resta uguale e non rende vivi. Vi mando un caro abbraccio !!! Urja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *